Segnala a Zazoom - Blog Directory Minimalismo digitale: la guida per principianti
minimalismo digitale come funziona
Lifestyle

Cos’è il minimalismo digitale? Una guida per principianti

In collaborazione con Herbana Studio – Di erbe, rimedi e incanti

Non sorprende che sia nato il concetto di minimalismo digitale, dato che è naturale ritrovarci a scorrere senza pensare i nostri dispositivi digitali per fornirci informazioni in qualsiasi momento.

È vero che ci affidiamo ai nostri dispositivi digitali praticamente per tutto, sia nella nostra vita professionale che in quella personale. Dato che viviamo nell’era digitale e abbiamo il potere della tecnologia prontamente disponibile, ma a parte i vantaggi che tutti conosciamo, ci fa risparmiare tempo o, al contrario, si alimentano delle nostre ore preziose?

Spesso infatti accade l’opposto e spendiamo sempre più tempo con gli occhi incollati ai nostri dispositivi, al punto di non avere più il controllo sul loro utilizzo. Ciò non vuol dire dover tornare indietro di decenni ed eliminare del tutto le tecnologie moderne, ma lavorare su un utilizzo più sano e controllato.

In questo ci viene in aiuto il minimalismo digitale. Una volta scoperto, non vedrai più con gli stessi occhi il tuo smartphone!

Prima di tutto, cos’è il minimalismo digitale?

Il minimalismo è un vero e proprio stile di vita che ha livelli molteplici, ma che in generale si basa sul concetto “less is more – meno è meglio”. Nello specifico, il minimalismo digitale, com’è facile intuire, è la parte che si occupa di tutto ciò che ruota intorno al mondo hi-tech, ai dispositivi con i quali abbiamo a che fare, la gestione del tempo trascorso su internet ecc.

Cal Newport, autore del libro “Minimalismo digitale: Rimettere a fuoco la propria vita in un mondo pieno di distrazioni” lo spiega meglio della sottoscritta definendolo così:

“Il minimalismo digitale è una filosofia che aiuta a mettere in discussione quali strumenti e comportamenti di comunicazione digitale aggiungono il massimo valore alla quotidianità. È motivato dalla convinzione che eliminare intenzionalmente e in modo attivo il “rumore” digitale di basso valore e ottimizzare l’uso degli strumenti che contano davvero possa migliorare in maniera significativa le nostre vite “.

Il punto chiave non è affermare che tutto ciò che è digitale faccia male, ma che essere bombardati da migliaia di informazioni ogni giorno, scrollare all’infinito sui social o guardare per ore video di gattini su YouTube (per quanto meravigliosi) tolga gli aspetti positivi e i vantaggi offerti dalla tecnologia.

Le nostre vite ormai sono  costruite intorno alla presenza online, inutile negarlo. Per questo dovremmo iniziare a essere più consapevoli di ciò che condividiamo e di quanto tempo passiamo nello spazio digitale.

Minimalismo digitale: la guida per principianti, passo dopo passo

Per avvicinarsi al minimalismo digitale ecco una sorta di sfida dei 7 giorni, progettata per eliminare buona parte del caos digitale nella tua vita. Questi passaggi possono essere fatti pian piano durante la giornata, senza affanni, con lo scopo di arrivare a un certo ordine digitale.

Se non riesci a fare tutto quello che è previsto in un unico giorno non ti preoccupare, nell’Herbana Studio respingiamo ogni tipo di stress!

Giorno 1

Elimina ed esegui il backup delle foto sul tuo telefono

Non è facile cancellare le foto, anche perché a volte sembra di voler rimuovere i ricordi. Non è necessario cancellare definitivamente nulla, ma puoi creare un backup sul tuo computer per poi dividere in cartelle ordinate foto e video, anche in un secondo momento. Così facendo potrai liberare spazio sul tuo smartphone e approfittarne per fare una cernita. Spesso dello stesso oggetto/soggetto si scattano tante foto, tieni solo quelle venute meglio o che stamperesti anche per un album fotografico.

Se sei come me, avrai anche una cartella dello smartphone piena di screenshot per prendere nota di qualcosa. Controlla che ciò che hai salvato ti serva ancora.
Sistemare, selezionare o cancellare le foto non solo aumenta lo spazio a disposizione, ma ti fa risparmiare tempo in caso dovessi cercare una foto scattata tempo fa. Cogli questa occasione per togliere tutti i meme inviati nei gruppi “calderone” di Whatsapp, gif di un anno fa, video condivisi mille volte ecc. Non ti preoccupare, non ti mancheranno. 

Giorno 2

Elimina applicazioni

In una giornata tipica, quante vole scorri Instagram, Facebook e simili, senza cercare nulla di specifico? Sugli smarrphone è possibile vedere quanto tempo si passa su ogni applicazione. Quanto tempo pensi di trascorrere sui social? Potrebbe stupirti vedere, nero su bianco, che probabilmente è molto più di quanto pensi.
Sebbene i social media possano mantenere i contatti con persone lontane e avere anche aspetti positivi, numerosi studi li collegano a un aumento della depressione, dell’ansia e delle aspettative non realistiche. Le piattaforme di social media ritraggono certi stili di vita come perfetti, pur essendo privi di autenticità. Le persone tendono a condividere solo ciò che vogliono che tu veda, non l’intera immagine. E poiché stiamo vedendo solo un lato della storia, potrebbe creare una sensazione di delusione nelle nostre vite, anche se razionalmente sappiamo di vedere solo un lato della medaglia.

Se le app dei social media non portano a uno scopo positivo nella tua vita o non la migliorano in nessun modo, prova a fare un esperimento: rimuovile per una settimana e osserva come ti senti. Se di solito ti capita di aprirle senza pensarci mentre sei in fila, in attesa, nei momenti di noia, in bagno ecc, trova un’alternativa, che sia un libro, una rivista, delle parole crociate, un quotidiano. Puoi eliminare anche le app che hai sullo smartphone ma non usi da tempo immemore.

Le uniche che è meglio non toccare, soprattutto se non sei espert* di tecnologia, sono quelle collegate all’home banking o a vari token di accesso, tutte le altre puoi toglierle e, in caso servissero, installarle di nuovo in pochi secondi.

Giorno 3

Pulisci Google Drive (o iCloud e simili)

Google Drive, insieme a iCloud, è uno dei più utilizzati, user friendly e utili per trovare ovunque ci si trovi ciò che serve. Hanno però la tendenza a riempirsi rapidamente, soprattutto se si usano per lavoro, e diventano luoghi nei quali si trovano documenti condivisi, un tempo utili ma che non servono più. Oggi prenditi qualche minuto per sistemare il tuo archivio cloud, sarà anche più facile ritrovare ciò che cerchi.

Giorno 4

Pulizia delle e-mail

Questo giorno potrebbe essere uno dei più impegnativi della settimana, soprattutto se utilizzi una o più email per lavoro o sei iscritt* a tante newsletter. Quante volte ti arrivano email che butti direttamente nel cestino senza neanche aprirle? Ecco, oggi è il momento di cliccare sul tasto “Cancellati”. Hai effettuato l’iscrizione a qualcosa ma non ricordi neanche perché, oppure ricevi aggiornamenti da qualcuno che segui già tramite altri canali? Se ricevi email che non apri significa che non ti interessano, in questo caso puoi annullare l’iscrizione e andare avanti. Forse avevi inserito il tuo indirizzo email perché al tempo quell’argomento era interessante per te, ma se ora non lo è più lascialo andare.
Esamina anche le vecchie email, elimina quelle con allegati di dimensioni enormi che non ti servono più, suddividi ciò che ti serve davvero in cartelle ben precise. Questa parte della sfida potrebbe richiedere un po’ di tempo ed essere tra le più noiose, ma è un altro passo verso un sereno minimalismo digitale.

Giorno 5

L’abisso delle cartelle di “Download”

Questo può essere utile sia per il telefono che per il computer: vai nelle cartelle di Download e cancella tutto ciò che non serve più. A volte si scarica un programma e si lascia l’eseguibile lì abbandoanto, oppure si legge un pdf sul telefono e poi rimane nei meandri del telefono. Organizza i download che desideri conservare aggiungendoli a una cartella specifica ed elimina il resto.  ed eliminando il resto.

Giorno 6

Silenzia le notifiche

Quante volte stai lavorando, parlando con qualcuno ecc e una notifica del telefono ti interrompe? Ormai siamo abituati, ma è una cosa fastidiosa e che fa perdere seriamente la concentrazione. Lasciando attive notifiche di ogni tipo si rischia di essere costantemente bombardati da segnali sonori e visivi. Disattiva tutte le notifiche inutili, in modo da previene le distrazioni ed evitare di controllare le email, Whatsapp o i social ogni 5 minuti. A parte emergenze o questioni lavorative, possiamo e dobbiamo accettare che possiamo rispondere o informarci più tardi su qualcosa e imparare di nuovo a vivere di più nel momento.

Giorno 7

Fai un detox digitale

Questo è uno dei passi più importanti per il raggiungimento di un approccio “less is more” al minimalismo digitale.
Una disintossicazione digitale è il tempo trascorso lontano da tutti i tuoi dispositivi digitali, una pausa prolungata. Pensala come una pulizia digitale temporanea. Puoi scegliere un giorno tranquillo della settimana per non controllare il telefono, il computer, le email o i messaggi. Se non puoi farlo per un tempo prolungato, inizia con mezza giornata. Vedrai che ti aiuterà a liberare la mente.

Ecco fatto! Cosa ne pensi dell’approccio “less is more”? Se ti va, condividi i tuoi progressi nei commenti qui sotto!

No Comments

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.